link esterno al Comitato Regionale Lombardo link esterno alla Federazione Scacchistica Italiana link esterno alla Federazione Scacchistica internazionale

Accademia Scacchistica Cremonese

I ragazzi della via Gluk, ovvero cronache dal CIS

notizia inserita il 27/03/2017 da Volpe

Adriano Celentano in una foto di repertorio Lo scorso fine settimana la nostra squadra ha partecipato al Campionato Italiano a Squadre 2017,
Serie Promozione, girone Lombardia 4. Il raggruppamento, cioe un vero e proprio torneo week end a squadre al posto dei singoli incontri con cadenza bisettimanale, é stato organizzato nei locali del circolo milanese La Mimosa in via Gluk, proprio quella cantata da Celentano.

Venerdì sera, i nostri baldi "giovani" Poli, Cautiero e Volpati, dopo un iniziale smarrimento causato dal fatto che nella mitica via si fa fatica ad immaginare che una volta c'era l'erba, e che la prima squadra da affrontare, La Mimosa Warriors, schierava nelle prime scacchiere un Maestro Fide e due Maestri era la favorita alla promozione in serie C, i nostri, dicevamo, si sono seduti al tavolo di gioco decisi a vender cara la pelle. Ma le bellicose intenzioni (scacchistiche ovviamente) dei portacolori cremonesi sono state subito ridimensionate con un sonoro cappotto.

Il sabato, dopo un ingresso nel capoluogo lombardo pressochè privo di traffico causa visita papale ed un parcheggio trovato immediatamente, fatti assai rari per Milano, i nostri, galvanizzati da questi formidabili auspici hanno affrontato i giovani della Polimi, la squadra formata dagli studenti universitari del Politecnico di Milano. Gli avversari pur non essendo titolati hanno dimostrato che il nostro paese può far affidamento sulle nuove leve di matematici ed ingegneri del futuro. Risultato finale, pareggio.

Per festeggiare la buona prestazione gli accademici si sono ristorati con pizza e birra nella pizzeria San Mina, martire egiziano di un non meglio precisato secolo dopo Cristo; se cercate una pizzeria tipica napoletana a Milano o hinterland, sappiate che in cucina ci sarà senz'altro un figlio della terra del Nilo, gli egiziani hanno ormai monopolizzato le professioni di pizzaiolo e panettiere in questa zona d'Italia. Tornando alle cronache scacchistiche gli avversari del pomeriggio erano i ragazzini terribili della Scuola di Scacchi Torre & Cavallo della Valtrompia, dell'istruttore Aristide Zorzi molto attivo in terra bresciana. Dopo quasi quattro ore di gioco l'unico ad ottenere il punto della vittoria è stato Tiberio Poli, gli altri con ancora qualche grado di alcool in corpo (diciamo così) non sono stati in grado di sopravvivere alle giovani furie.

Domenica mattina si è aggiunto Roberto Voltini ai già frastornati componenti la spedizione; l'aggettivo non è usato a caso perchè i nostri portacolori erano frastornati per la due giorni di trasferte, per le mazzate prese alla scacchiera, e perchè chi a steso il calendario del girone ha avuto la simpatica idea di piazzare il torneo a cavallo del cambio di ora legale, comunque tutto ha intaccato i corpi ma non di certo lo spirito combattivo degli accademici. Avversario di turno la formazione del circolo di Bresso che schierava in prima scacchiera un Maestro, liquidato dalla freschezza del nostro nuovo innesto in appena 6 mosse; il risultato delle altre scacchiere dopo quasi quattro ore di gioco portava però l'incontro in parità, rammarico per Poli che ha ceduto solo per la caduta della bandierina in una posizione tutto sommato ancora aperta ad ogni risultato.

Memori dell'esperienza del giorno prima i nostri hanno affrontato una dieta morigerata durante la pausa e dopo una breve passeggiata distensiva sotto un tiepido sole primaverile la squadra dell'Accademia ha affrontato i giovanissimi omonimi dell'Accademia Lacchiarella guidati dal Maestro capitano ed istruttore Borin. E' toccato sempre a Voltini affrontare il giocatore di categoria magistrale e questa volta la partita è durata tutto il tempo disponibile con l'avversario del cremonese che ha perso per il tempo in una posizione alquanto complicata ed insolita: Voltini aveva un deciso vantaggio ma il Re avversario, al contrario di tutti i principi della teoria, si trovava al centro della scacchiera apparentemente al sicuro protetto dai suoi pochi pezzi nonostane fosse circondato da pezzi e pedoni avversari. Tutte vittorie sulle altre scacchiere.

Alla fine l'Accademia ha concluso terza nel girone, risultato più che apprezzabile in considerazione che tre delle cinque partite sono state giocate a ranghi ridotti (tre giocatori su quattro) a causa di mancati tesseramenti, viaggi all'estero ed impegni di lavoro vari, per i partecipanti è stata comunque una bella avventura. In ultimo una piccola curiosità: il torneo, essendo un raggruppamento, era valido per le variazioni Elo, Roberto Voltini battendo due Maestri in soli due partite ha ottenuto un incremento di trenta punti nello stesso giorno, performance difficilmente ripetibile da parte degli altri soci.

Per chi volesse consultare tutti i dettagli del girone può accedere al link della federazione.

calendario
calendario
Area Riservata
Accademia Scacchistica Cremonese
c/o Società Filodrammatica Cremonese
P.za Filodrammatici 1
Cremona (CR)